A casa

In piedi sul balcone o seduti a terra sul terrazzo non è mica un problema!

Oppure stretti in sala tra divani e poltrone, qualcuno sulle sedie...ci si sta tutti.

Il camino ha il suo fascino ma se ne può fare a meno se non c'è o se fa troppo caldo per accenderlo.

...e così, io arrivo, vi sorrido e voglio bene alla vostra sensibilità che ha scelto di portare il racconto nella propria casa. Non è da tutti.

Poi nel vostro silenzio e nelle espressioni di attesa scelgo la storia che appartiene a certi umori e seguo quel filo narrativo di vicende liete, ribellioni naturali e verbi della tradizione che qualcosa lasciano e qualcosa prendono.

La casa ha pareti di spugna che s'inzuppano di parole, i quadri perdono staticità, le fotografie possono rivivere. I pavimenti si rilassano, i lampadari tintinnano senza rumori: il racconto dentro casa è magico perché non appartiene più a certi spazi! Nel luogo più confidenziale della nostra vita sembra non esseri più tempo per costruire torri di racconti.

Scegli un posto della tua casa; invita le persone che hanno desiderio di ascoltare e io sarò lì con voi con i miei racconti di Natale, della stagione, dei paesi, nella natura...delle stelle!

narratografo@gmail.com, basta scrivere qui!